Comunicazione, linguaggio e azione

Il dialogo filosofico nella pratica individuale

 

 

La maggior parte delle persone si immagina che la filosofia consista nel discutere dall'alto di una cattedra e nel preparare i loro corsi sui libri, ma l'esistenza di un esercizio ininterrotto dell'attività politica e delle filosofia, che si vede in opera ogni giorno, sfugge loro completamente [...] Socrate non faceva preparare gradinate per il suo pubblico, non si sedeva su una cattedra professorale; non aveva orari fissi per discutere o per passeggiare coi suoi discepoli; ma filosofava scherzando talvolta con loro o bevendo o andando alla guerra o all'agorà con alcuni di loro e infine bevendo il veleno. Fu il primo a dimostrare che, in ogni momento e in ogni luogo, assolutamente, in tutto ciò che ci succede e in tutto ciò che facciamo, la vita quotidiana può fare spazio alla filosofia. 

(Plutarco)

 

 

Dialogo Filosofico o pratica filosofica negli incontri individuali: come e perché.

  • La pratica filosofica è un importante strumento per la ricerca e la costruzione di inediti punti di vista sui problemi, al fine di vagliare ogni possibile implicazione e soluzione. Il dialogo diventa un momento di relazione e d’incontro con l’altro, durante il quale si può fare esperienza di una modalità differente di giudizio e di visione del mondo. Il consultante è aiutato dal filosofo nell’interpretazione e nella comprensione di se stesso in relazione all’ambiente, al lavoro, alla famiglia e su qualsiasi altro problema si abbia necessità di indagare. Il dialogo come luogo di incontro e di svestizione del superfluo, dell’inessenziale, diventa così lo spazio dove le difficoltà vengono mostrate nello loro dimensione di mero fatto, al fine di ritrovare la fiducia in se stessi e nel mondo.  

  • La pratica filosofica aiuta a capire e a gestire i momenti di particolare stress psico-fisico, determinando una migliore risposta al problema e la messa in luce degli eventuali punti critici.

 

Proposte di dialogo

 

Sui temi proposti si procederà alla loro analisi, mediante la quale si dibatteranno delle ipotesi che dovranno di volta in volta essere messe alla prova, giungendo così a costruire delle valide tesi condivise. Tutto questo utilizzando gli strumenti e il metodo della logica e della dialettica.

 

  • Che cos’è la felicità, implicazioni nella vita quotidiana sul lavoro e in famiglia. Si avrà la possibilità di analizzare le possibili correlazioni con temi di carattere generale come l’angoscia, il dolore e il turbamento, la serenità e il piacere.

  • Cosa vuol dire avere cura di sé e degli altri, il suo significato filosofico, l’importanza per l’uomo e la sua rilevanza antropologica. Il prendersi-cura degli altri (figli, genitori anziani, disabili etc.) non può prescindere da un lavoro di comprensione e di cura di sé che deve quotidianamente essere messo in discussione.

  • Il tempo, lo stress e il lavoro, tre concetti fondamentali, che opportunatamente analizzati permetteranno di avere una visione più serena della realtà che li circonda e dell’identità della persona: come e se viene modificata dall’ambiente lavorativo, familiare, dal tempo e dallo stress.

 

Obiettivi:

 

Gestire i conflitti di tensione e di stress in caso di:

  • problemi familiari: gestione e comprensione della comunicazione di coppia, con i figli e con l’ambiente.

  • momenti di passaggio nella vita privata e nella vita lavorativa

  • avanzamento di carriera

  • modifica del ruolo o mansione

  • licenziamento

Potenziare la propria consapevolezza rispetto al possesso delle personali competenze trasversali (life skills), sapendo attivare intenzionalmente modalità e comportamenti capaci di rendere le proprie azioni ed interazioni efficaci.

Problem building, costruzione di inediti problemi per una visione complessiva e dinamica.

Problem setting, esplorazione di tutte le possibili implicazioni del problema, con la messa in luce e la gestione di contraddizioni e nodi irrisolti. 

Potenziare il “pensiero laterale” per un approccio creativo ai problemi.

Problemi esistenziali e crisi di valori:

  • il senso della vita

  • la morte

  • la malattia

  • l'amore, la famiglia, la felicità

Consulenza su temi di etica, bioetica, su scelte professionali

Gestire la complessità, quindi la relazione uomo-prodotto, uomo-ambiente, uomo-organizzazione.

 

Dove e come

 

Il dott. Antonello Panetta riceve nello studio di Rovereto oppure a domicilio nel territorio del Trentino Alto Adige.

Inoltre, da oggi è disponibile il dialogo online tramite telefono o Skype! Basta inviare un'e-mail o chiamare il numero 3289748212 per avere un primo consulto gratuito, al fine di valutare e concordare temi e modalità degli incontri successivi. 

 

 

 

 

 

 

                                                             

 

 

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now